SPASIBA, ROSALBA!

7 giugno_ore 11.jpg

Guardate questa foto, scattata martedì 7 giugno intorno alle 11 dai GAP (Gruppi d’Azione Purtannari) No al Burchio. Da sinistra a destra abbiamo tre personaggi: Rosalba Ubaldi, Giancarlo Biagioli, di spalle, e Lidya Karmalyuk. Ci troviamo a Porto Recanati, in piazza delle Rimembranze, lato nord di Palazzo Volpini, sede del Comune. In fondo vedete un’impalcatura, che non c’era la sera della festa di PAC, il 3 giugno. Ma, pure a non sapere la data, l’aria di giubilo farebbe comunque intendere che coi tempi siamo dopo il 5 giugno.
La vicesindaco e assessore all’Urbanistica in pectore, 553 preferenze raccolte alle Comunali di domenica scorsa, è intenta a telefonare, ma non si allontana dai suoi interlocutori. Intanto l’architetto Biagioli, portavoce della Coneroblu, che propose la variante del Burchio, parla con l’ottantenne Karmalyuk, che della Srl ha la procura generale dall’aprile 2014, e che è cittadina americana dal 1984, ma di origine sarebbe ucraina. In città, però, Karmalyuk è chiamata “la russa”.

E la chiama “la russa” anche Rosalba Ubaldi, che al telefono con Marchebbello ammette l’incontro con la signora, ma nega la presenza di Biagioli, il che, a detta sua, avrebbe reso impossibile una traduzione dei “complimenti” ricevuti. Perché questa bugia, ammesso e non concesso che gli incontri a inizio settimana non siano stati più d’uno? Cosa comportava ammettere una conversazione, se non una domanda sul “che cosa” si siano detti i tre? Pazienza. Andiamo avanti. Dicevamo che il quadro, tra i soggetti nella foto, appare idilliaco. Speranze di rinascita per la fenice del resort 5 stelle fatto a pezzi dal Consiglio di Stato? Oppure la ragionevole aspettativa, da parte degli investitori, di cavare un tesoretto dal marciapiede di via Montarice, che sempre da sentenza va “rimborsato” dal Comune alla Srl?

Questo slideshow richiede JavaScript.

Per chi non lo sapesse parliamo di un’opera inclusa tra quelle che Coneroblu avrebbe scambiato col Comune, se solo fosse andata a buon fine la variante che permetteva la costruzione del resort. Un “dono” che Ubaldi fece realizzare nella primavera del 2014, mandandola ai voti in sala giunta il 3 aprile, 52 giorni prima delle elezioni comunali, 5 giorni prima che la variante fosse adottata, tagliando il primissimo “traguardo volante” del lungo iter urbanistico.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Il marciapiede, da preventivo, sarebbe costato a Coneroblu 489.714,05 euro. Ora, a variante (illegittima) cassata, l’opera va pagata dal Comune, che per volontà di Ubaldi, Pagano, Sirocchi, Leonardi, Sampaolo e Fabbracci la volle far fare 7 mesi prima della votazione finale del 21 novembre. Cioè, alla meglio, 7 mesi prima che la variante in cui l’opera era scambiata con la concessione edilizia potesse andare ad approvazione (la bocciarono gli 11 della Montali): 228 giorni prima che lo scambio si potesse ratificare facendo salve le casse comunali. Sarebbe un po’ come prendere un’auto dal concessionario senza pagare, ma firmando il contratto. Prima o poi ti arriva il conto a casa… E a prezzo intero il conto viene 49 euro per ogni portorecanatese: circa 200 euro per una famiglia di 4 persone. Del resto dice Elena Leonardi che sul marciapiede la gente ci cammina e ci raccoglie gli asparagi. Quindi, che problema è?

Ma non è tutto. Del marciapiede non c’è stato collaudo. Che sarebbe la verifica che fa il Comune per vedere se l’opera è fatta a regola d’arte. E poi i pali della luce, a destra nella strada, sono stati piantati sul terreno di Opere Laiche, due metri a nord della strada comunale. Talché i loretani, 2 anni fa, ispezionano la zona per capire che succede, dopodiché chiedono 13mila euro alla Coneroblu: 12.299 esatti, ossia 17,57 euro per ognuno dei 700 metri lineari della “violazione”. La Srl risponde con lettera del 21 agosto 2014 alle sollecitazioni – pure lì… – di Opere Laiche. Facendo sapere che i lavori furono “fatti in attuazione dell’accordo procedimentale approvato con delibera 63 del 30.12.2013”. Il che, tradotto in soldoni, vuol dire: “Paga Pantalone”. E infatti nel maggio 2015, con la giunta di NPP agli sgoccioli, i loretani bussano a soldi da Sabrina Montali. Che basisce e prende tempo, finché cade il 19 maggio coi suoi fedelissimi.

Del resto, lo scrive il Resto del Carlino del 1 giugno scorso, il commissario prefettizio Mauro Passerotti, a maggio, avrebbe inutilmente sollecitato una nota spese complessiva da parte della Coneroblu. Sicché l’accordo, ormai, lo devono trovare i “russi” col ticket Ubaldi-Mozzica. Ma facciamo un passo avanti: che storia hanno questi signori nella foto? Biagioli è un iscritto storico della Margherita di Rutelli e poi del PD di Recanati, città dove è stato assessore ai Lavori Pubblici negli anni ’90. Per Coneroblu ha tenuto i contatti con Ubaldi per tutto il 2013, fino a siglare l’accordo che impacchetta la variante del Burchio. Nel novembre 2015 Biagioli è nominato dal sindaco PD di Recanati Francesco Fiordomo nel CdA della fondazione IRCER. Un ente che gestisce 8 istituti tra case di riposo, asili, orfanotrofi. Ma Biagioli è pure membro del Comitato per il Sì al Referendum Costituzionale di Recanati. Insomma, Biagioli si muove nei meandri delle amministrazioni e della politica. Perché è un politico.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Karmalyuk, invece, risiede a San Francisco, ma da un paio d’anni abbondanti abita a 40 metri dal luogo della foto, in piazza del Borgo. Che fa Lidya in città? Esce, riceve ospiti insieme col figlio Mike, oppure fa la spesa, accompagnata, spesso, dalla sua interprete, Marina Neberekutina, compagna del costruttore Roberto Mariotti, che ha già realizzato e messo in vendita diverse ville a Montarice. Poi, come vedete nelle foto qui sopra, scattate a fine maggio, Karmalyuk si incontra con Biagioli, ma pure col signor Vladimir Galperin, amministratore unico di Coneroblu all’atto di fondazione, lui sì russo, perché è nato a Komsomolsk, in fondo alla Siberia, nel 1953.
Ma Lidya si arrabbia molto se il suo nome è associato a quello dell’affarista Arturo Maresca, che pure a San Francisco ha un appoggio, la figlia Monica, immobiliarista nel ramo real estate. Maresca che dell’operazione Burchio si è detto “il regista” sul Carlino del 31 dicembre 2013.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Ma si arrabbia anche Rosalba Ubaldi, quando, nell’articolo che firmiamo il 9 settembre 2014 per Cronache Maceratesi, riportiamo un botta-risposta raccolto in conferenza stampa tra Lidya Karmalyuk e Fabrizio Carbonetti del Cittadino di Recanati. Succede, quel giorno, che il collega chiede all’americana se aveva più incontrato la Ubaldi, dopo l’elezione di Sabrina Montali. Karmalyuk risponde serena: “Col sindaco siamo rimasti amici”. E noi, a differenza del Cittadino medesimo, trascriviamo per CM domanda e risposta. Ma ad Ubaldi la cosa non piace, e via Messenger, nottetempo come suo costume, bolla il tutto con l’espressione “imbecillità allo stato puro” (che noi sottoponiamo a Carbonetti, se ha voglia di provarsela addosso). Ma come mai questa seccatura, che fa il paio col dribbling sull’assenza del Biagioli-interprete? Chissà. Forse lo capiremo presto.

Così come presto scopriremo che tipo di comunicazione si svolge tra Ubaldi e i vertici Coneroblu, palesemente con l’aiuto di Biagioli. La vecchia sindaca confessa nei suoi messaggi di non sapere l’inglese, e di limitarsi a rudimentali “How are you?” e “Good morning”. Secondo noi, presto, discettando di marciapiedi coi “russi” Rosalba potrebbe imparare a dire anche “How much?“. Magari per domandarlo lei stessa, come già fece Passerotti. Oppure, chissà, per afferrare la domanda, semmai gliela si ponga (parliamo sempre del marciapiede…). E, davanti a una risposta confortante sul quantum dell’opera, magari Ubaldi imparerà anche un po’ di russo dal signor Galperin, sentendosi dire “Spasiba, Rosalba!”. Ma pure questo, chiaramente, “lo scopriremo solo vivendo”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...